Single ground

Michele De Lucchi

Nato nel 1951 a Ferrara, Michele De Lucchi è un architetto, designer ed artista divenuto uno dei maggiori esponenti e rappresentati del design italiano degli ultimi anni.
La sua vena artistica e la sua voglia di sperimentare gli hanno permesso, durante gli anni, di riscuotere enorme successo riuscendo addirittura a vincere, per ben tre volte, l’ambitissimo Compasso d’Oro.

Dopo essersi laureato in Architettura a Firenze, Michele De Lucchi affronta varie esperienze; tra le più importanti c’è sicuramente l’incontro con Ettore Sottsass che gli permetterà di entrare a far parte del gruppo Memphis nel 1979.
L’anno dopo si mette in proprio ed inizia così la sua attività autonoma.
In pochissimo tempo Michele De Lucchi riesce ad inserirsi in alcune delle realtà industriali più importanti; aziende del calibro di Olivetti, Cassina, Artemide, Vitra, Alias, Poltrona Frau ed Alessi gli permettono di progettare e produrre numerosi arredi.

L’estrema capacità di accompagnare ad ogni suo oggetto un’approfondita ricerca gli ha permesso, nel 1990, di fondare un laboratorio sperimentale chiamato Produzione Privata.
Qui De Lucchi è libero di dar sfogo a tutta la sua creatività e di poter sperimentare tecniche legate prettamente all’ambito artigianale permettendogli di allontanarsi dal mondo della produzione in serie.
A tal proposito dirà: “Mi piacerebbe ricaricare i prodotti di una valenza più ricca di sentimenti e umanità, estirpando l’indifferenza dello standardizzato prodotto di massa (…)”. Alimentato da una sorta di romanticismo progettuale, Michele De Lucchi ha creato questo laboratorio per sentirsi più in intimità e più vicino ai suoi prodotti che troppo spesso, nella produzione standardizzata, sente lontani.

Nel corso della sua prolifica carriera in giro per il mondo, il progettista ferrarese, ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti che lo hanno aiutato ad ottenere anche l’onorificenza di Ufficiale della Repubblica Italiana.
I suoi prodotti e le sue opere sono esposte nei più importanti musei del mondo e le sue realizzazioni sparse ovunque sono un simbolo evidente della sua estrema sensibilità progettuale.

EXISTENCE – DE CASTELLI

Frutto di un ragionamento concettuale che lo ha portato a distaccarsi dalla classica idea di libreria lineare, Michele De Lucchi disegna Existence per il brand De Castelli.
Il risultato è quello di una collezione di librerie costituite da elementi tutti diversi tra loro che si ripetono creando un piacevole movimento.
Questa libreria è disponibile sia nella versione a parete che nella versione Totem, quest’ultima molto interessante in quanto posizionabile al centro di un ambiente crea soluzioni del tutto innovative.
Oltre ai libri, Existence nasce anche per ospitare ed esporre oggetti e ricordi ed è disponibile in moltissime altezze e dimensioni diverse capaci di adattarsi ad ogni tipo di contesto ed esigenza.
Le finiture in Corten cerato, Ottone DeLabré orbitale e Acciaio Inox DeLabré sono di incredibile bellezza e donano a questo oggetto un carattere distintivo unico e molto forte.

TOLOMEO – ARTEMIDE

Disegnata nel 1987 per Artemide, Tolomeo è ad oggi la lampada più venduta al mondo ed è valsa a Michele De Lucchi il suo primo Compasso d’Oro.
Grazie alla grande esperienza maturata nella progettazione di uffici ed arredi per uffici, De Lucchi è riuscito a creare un oggetto in grado di essere estremamente pratico e declinabile in mille modi diversi.
Ad oggi Tolomeo è ancora uno dei best-seller dell’azienda, e lo fu anche subito dopo la sua comparsa sul mercato.
Di questa lampada stupiscono la sua estrema leggerezza, le sue linee pulite sempre attuali e l’essenzialità delle sue componenti; Tolomeo difatti è costituita da una base in alluminio cromato, da un braccio flessibile ed estensibile e dal corpo lampada.
La presenza di molle all’interno del braccio le permette di assumere diverse posizioni potendo così illuminare le zone interessate.
Lo stile senza tempo e la grande praticità hanno permesso a questo oggetto di rimanere per sempre nella storia del design.

SAN GIROLAMO – POLTRONA FRAU

Frutto della collaborazione nata tra Michele De Lucchi e Achille Catiglioni, San Girolamo è un tavolo prodotto nel 2006 da Poltrona Frau.
A stupire è la sua incredibile leggerezza visiva abbinata all’estrema solidità della struttura in ghisa. Il piano, contraddistinto da un forte spessore, è disponibile in laccato Bordeaux oppure in Noce Canaletto.
Diverse le dimensioni e forme disponibili, si ha difatti la possibilità di scegliere se avere il piano di forma rettangolare, quadrata oppure ovale.
L’estetica rimanda ad uno stile Liberty, soprattutto per la conformazione delle esili gambe in ghisa.
Molto piacevole il contrasto che si crea tra l’importanza del piano e la raffinatezza delle gambe.
Oltre al tavolo è stata creata una vera e propria famiglia di elementi tra cui troviamo una libreria ed una scrivania.

Trova i prodotti nel catalogo