Single ground

Van Der Rohe Mies

Mies van der Rohe è stato uno dei più importanti maestri del movimento contemporaneo. Nato ad Aquisgrana nel marzo del 1886 è un architetto e designer tedesco conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.

Nato da un’umile famiglia di falegnami, sviluppa già in giovane età una grande capacità di disegno a mano libera. Partecipa inoltre a molti cantieri di architetti locali per poi trasferirsi a Berlino in cerca di un lavoro più stabile. Qui comincia a lavorare per lo studio di Bruno Paul come disegnatore di mobili e dove inizia ad apprendere i primi rudimenti di architettura. Subito dopo, nel 1907 va invece a lavorare per Peter Beherens, dove avrà l’opportunità di collaborare con architetti del calibro di Gropius e Le Corbusier. Impara un approccio stilistico basato sulle nuove tecniche strutturali e sul rigore delle forme, che diventerà un punto chiave del suo linguaggio.

Nel 1913 apre finalmente il suo studio di architettura a Berlino, nel quale vedremo nascere alcuni tra gli edifici più importanti della storia dell’architettura come il Grattacielo Friefrichstrasse con la sua pianta cristalliforme, il monumento a Rosa Luxemburg, Casa Tugendaht, il padiglione di Barcellona, l’Illinois institute of Technology, la Neue Nationalgalerie, solo per citarne alcuni, ma gli esempi potrebbero essere molti di più.

Tra le sue frasi più famose ricordiamo “La forma è davvero uno scopo? Non è piuttosto il risultato del processo del dare forma? Non è il processo essenziale? Una piccola modifica delle condizioni non ha come conseguenza un altro risultato? Un’altra forma? Io non mi oppongo alla forma, ma soltanto alla forma come scopo. Lo faccio sulla base di una serie di esperienze e di convinzioni da queste derivate. La forma come scopo porta sempre al formalismo.»

I suoi capolavori li ritroviamo non solo nel campo dell’architettura ma anche dell’interior design e nel design del prodotto. Negli anni venti è infatti direttore della celebre scuola Bauhaus, nella quale riesce ad esprimere appieno le sue idee.

Le frasi più celebri del famoso architetto sono “Lessi s more” e “God is in the details”, due concetti che hanno caratterizzato tutta la sua vita e che ritroviamo in maniera molto evidente in tutto ciò che ha disegnato: siano essi progetti in macroscala di grandi edifici, piuttosto che elementi di arredo.

Molti dei suoi progetti li ritroviamo nei più importanti musei del mondo e innumerevoli sono gli arredi disegnati e venduti ancora oggi da Knoll International.

Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti nel 1937 infatti, Mies instaurò un rapporto di amicizia con la giovane studentessa Florence Knoll che, nel 1948, acquisì i diritti di produzione della collezione Barcelona. Knoll successivamente si assicurò il resto degli altri prodotti di Mies, considerati tra i più originali arredi di design del ventesimo secolo. La collezione Mies van der Rohe, conferma l’impegno di KnollStudio nel realizzare arredi unici ed intramontabili seguendo le specifiche dei disegni originali nell’assoluta certezza dell’utilità e della forza del design moderno.

BARCELONA CHAIR – KNOLL

Disegnata nel 1929 la poltrona Barcelona è uno degli oggetti di arredo più riconosciuti dell’ultimo secolo, una vera e propria icona del disegno industriale del movimento moderno. Essa risulta essere l’epilogo di un matrimonio perfetto tra il design moderno ed un’artigianalità eccellente.La poltrona è stata realizzata con materiali che all’epoca erano assolutamente innovativi, come l’acciaio: materiale molto amato da Mies sia per gli arredi che per gli edifici. La poltrona Barcelona è stata disegnata e progettata per favorire la produzione in serie. Il cuscino della seduta invece è costituito da 40 riquadri tagliati e cuciti a mano con trapunta a bottoni.

BARCELONA DAYBED – KNOLL

Il Daybed Barcelona, è una delle tante icone di design disegnate dall’architetto Mies Van der Rohe che è entrato a far parte dell’olimpo del design del XX secolo.Presentato per la prima volta in occasione dell’esposizione di Berlino del 1931, il lettino è stato appositamente pensato per l’appartamento di Philip Johnson (architetto a sua volta).Dotato di una struttura in legno massello tinto noce, con undici cinghie di cuoio sormontate da nastri elastici che sostengono il materasso. I piedini sono in tubolare di acciaio ed il materassino è rivestito esclusivamente da pelle di alta qualità la cui estetica si esplicita con il disegno di 72 riquadri ritagliati e cuciti a mano con una trapuntatura a bottoni. Il poggiatesta viene poi agganciato al sommier mediante delle cinghie.Una bellezza, uno stile ed un gusto intramontabile.

MR SIDE CHAIR – KNOLL

La collezione MR disegnata da Mies van der Rohe per Knoll nel 1927 rappresenta uno dei primi progetti dell’architetto di mobili in acciaio. La scelta di utilizzare questo materiale gli è venuta guardando ad un altro grande maestro dell’epoca: Marcel Breuer, assieme a lui nell’esperienza del Bauhaus. La sedia rappresenta un’interpretazione in chiave moderna delle sedie a dondolo in ferro del XIX secolo.Per il disegno di questo bellissimo pezzo d’autore Mies ha progettato una struttura in acciaio tubolare con finitura cromata lucida e con una seduta a slitta in pelle di vitello con lacci, anch’essi in pelle.

Trova i prodotti nel catalogo