Single ground

Panton Verner

Verner Panton nasce nel 1926 in Danimarca. Definito un progettista nordico per niente minimal, un vero e proprio artista fuori dal comune.

Le sue opere sono infatti un’eccezione che confermano la regola, una deroga a quello che nell’immaginario comune viene etichettato con design nordico. Niente total white, ma un uso audace e sapiente del colore, forme fluide ed imprevedibili. Ecco le caratteristiche primarie dei suoi lavori.

Panton è sempre stato affascinato dai traguardi raggiunti dalle nuove tecnologie e dai nuovi materiali, poiché li vedeva come delle opportunità che potevano essere applicate al panorama produttivo, ampliando così le possibilità dell’industria del mobile.

Iniziò a sperimentare con la plastica, creando la prima sedia colata e stampata in un pezzo unico, oggi riconosciuta a livello mondiale (La Panton Chair).

Tra le sue collaborazioni più importanti abbiamo sicuramente Vitra e Louis Poulsen.

HEART CONE CHAIR – VITRA

Oggetto scultoreo indimenticabile disegnato da Verner Panton nel 1950 e che deve il nome alla sua forma. Un segno grafico basato su una semplice forma geometrica: il cuore. In questa poltrona Panton ha inserito alcuni elementi che ritroveremo in futuro nella cosiddetta pop art, riuscendo ad unire l’eleganza degli anni cinquanta con lo spirito degli anni sessanta. Caratterizzata da un’estrema stravaganza, la poltrona è molto confortevole ed adatta a molteplici utilizzi, sia domestici che ricettivi.

PANTON CHAIR – VITRA

Tra i suoi arredi più importanti non si può non citare la sedia che porta il suo nome. Questo progetto caratterizzato da un’estrema semplicità formale in realtà non è stato di così facile realizzazione. Dall’epoca della sua creazione infatti, diverse sono le fasi produttive alle quali è dovuta sottostare. Processi produttivi che hanno rispecchiato i progressi delle tecniche di trasformazione delle materie plastiche.Al di là dell’estetica molto apprezzata della sedia, per Verner Panton, questa è stata il raggiungimento di uno dei suoi obiettivi primari: realizzare una seduta di design economica, sfruttando le possibilità offerte dalla produzione in serie.

PANTELLA – LOUIS POULSEN

La serie Pantella, progettata da Verner Panton nel 1971 per Louis Poulsen, si compone della lampada in versione sia da terra che da tavolo e che rappresenta ancora oggi uno dei suoi oggetti di design più popolari. Le forme organiche che ritroviamo in questa serie di lampade sono tipiche del designer, così come lo sono i colori particolarmente intensi, in cui la lampada era disponibile nella sua versione originale. L’idea alla base di questo progetto era quella di creare una lampada in cui sia il basamento che lo schermo fungessero da riflettori luminosi. L’apparecchio, per la sua conformazione emette una luce morbida e confortevole.  Lo schermo emisferico permette di riflettere la luce verso il basso ed il materiale utilizzato garantisce che la maggior parte della luce sia distribuita diffusamente nella stanza dalla superficie dello schermo.

Trova i prodotti nel catalogo