Seleziona le categorie

Icone accessibili

sciangai1

Il compleanno dell’appendiabiti Sciangai: la storia del design a portata di tutti

In catalogo dal 1973, l’appendiabiti chiudibile Sciangai, progettato dallo studio De Pas, D’Urbino e Lomazzi, è uno dei complementi d’arredo più rappresentativi del design anni ’70. I tre designer l’hanno progettato per Zanotta pensando a una forma molto semplice, un oggetto simpatico e facile da usare. Sciangai si ispira al gioco cinese di destrezza e pazienza, dove tanti bastoncini di legno sono tenuto verticalmente al centro con una mano e fatti cadere a ventaglio su un piano.

L’appendiabiti è costituito da 8 aste lunghe 160 cm connesse da un giunto, posto poco al di sopra del centro, che ne  permette il movimento rotatorio; le aste aprendosi simultaneamente a cerchio formano a terra un solido appoggio e all’estremità superiore i sostegni per cappelli e cappotti, modellati per reggere ogni capo. Aperto misura 145 cm in altezza, con la base di 65 cm di diametro; chiuso si riduce sensibilmente l’ingombro trasformandosi in un cilindro di 11 cm di diametro alto 160 cm, diventando così un oggetto praticissimo nell’uso, nel trasporto e nell’imballaggio.  E’ interamente in legno massello  di faggio, rovere o verniciato in alcuni colori classici come wengè, grigio e nero.

Compasso d’oro nel 1979, Sciangai è esposto nei principali musei del mondo; al MOMA di New York, al Kunstgewerbemuseum di Berlino, all’Isreal Museum di Gerusalemme, alla Triennale design Museum di Milano.

sciangai2

sciangai3

Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Richiedi il nostro servizio

Contattaci per informazioni, preventivi o per richiedere una visita assistita in uno dei nostri showrooms.

Fai una richiesta








Informativa Privacy

Ho letto e preso atto dell’Informativa ai sensi del Regolamento UE n. 679/2016 *

[honeypot honeypot-658]

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità di Interni

ISCRIVITI