Seleziona le categorie

“Vivere alla Ponti”

La mostra “Vivere alla Ponti. Esperimenti di vita domestica e architetture per l’abitare e il lavoro” che si tiene a Roma in collaborazione con Edison sarà aperta solo fino al 9 gennaio.

molteni56

La mostra “Vivere alla Ponti”, realizzata dall’Ordine degli Architetti di Milano e da Muse con il sostegno di Molteni&C, arriva a Roma in collaborazione con Edison, l’azienda che nel 1883 illuminò per la prima volta il Teatro alla Scala e il centro di Milano, favorendo lo sviluppo della città e l’elettrificazione dell’Italia.

Dopo il tour internazionale la mostra è ospite nella sede di Roma di Edison per festeggiare i suoi 130 anni di storia e rendere omaggio al sodalizio con Gio Ponti.
La collaborazione con il grande architetto risale al 1930 con la “Casa elettrica”, uno dei primi esempi di architettura razionalista in Italia, in cui trovano spazio tutte le applicazioni quotidiane dell’energia elettrica, dalle lampade agli elettrodomestici, voluta da Edison su richiesta di Gio Ponti e commissionata al Gruppo 7 per la IV Triennale di Monza.

molteni562

“Vivere alla Ponti”, che si arricchisce di materiali d’archivio sui progetti per Edison, è un omaggio al design di Gio Ponti e a una visione della modernità ancora attuale, un racconto insieme intimo e professionale, accompagnato dalle lettere, dalle fotografie di famiglia e dai documenti video che testimoniano la vitalità del grande maestro del ‘900. Protagonisti sono anche gli arredi disegnati da Gio Ponti tra il 1935 (sedia per il primo Palazzo Montecatini), gli anni ’50 (libreria, cassettone, tavolino, cornici e tappeto per Casa Ponti in via Dezza a Milano, 1956-57) e il 1970 (seduta pieghevole della serie “Apta”).

Affrettatevi! Avete tempo solo fino al 9 gennaio per poter visitare la mostra!

Tags: , , , , , ,

Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *